Cosa sa Facebook di te? Data Selfie te lo dice…

Data Selfie è un’applicazione davvero sorprendente. Stiamo parlando di un’estensione per il browser Chrome che permette agli utenti di scoprire cosa sa di loro Facebook. Tutte le informazioni vengono analizzate tramite appositi algoritmi sviluppati dal noto social network di Mark Zuckerberg, con risultati davvero interessanti.

Il programma serve per rispondere a vari dubbi riguardo all’utilizzo che Facebook fa dei nostri dati personali. In pratica, scaricando ed installando l’estensione per Chrome, è possibile capire per quale motivo il social necessita di determinati parametri sensibili. Ad esempio, si scopre per quali motivi vengano richiesti i dati di Whatsapp, o magari la causa per la quale Facebook traccia e memorizza l’arco di tempo passato nella consultazione di determinate notizie nel proprio feed. Una ricerca molto complicata, resa semplice da un sistema automatizzato capace di cogliere in tempo reale le esigenze dei clienti.

Ma come funziona Data Selfie?

In alto a destra di Chrome, appare un’icona a forma di occhio bianco su sfondo nero. Cliccando su quest’ultima, è possibile entrare in un mondo totalmente nuovo. Nel giro di pochi secondi, appaiono tutte le attività svolte durante ciascuna sessione di navigazione, tracciate sia dal proprio computer che da un dispositivo mobile (smartphone o tablet che sia). Dopo un’attenta elaborazione e un filtraggio delle varie azioni eseguite, compare una particolare Top 10 con i contatti e le pagine ai quali è stato dedicato uno spazio maggiore. Ma non è finita qui. Infatti, Facebook capta ogni singola informazione e traccia un vero e proprio profilo di ciascun contatto, sia sotto l’aspetto puramente demografico che su quello psicologico. Ed è così che il sistema conosce tutto di tutti, dalla religione al tifo calcistico, dall’orientamento politico a quello sessuale, passando per l’estrazione sociale.

Il social network riesce così a scoprire tutte le notizie possibili ed immaginabili su ogni utente. Ci riesce basandosi anche su informazioni considerate di poco conto, con idee che si manifestano tramite i Mi piace, i commenti e le condivisioni. Facebook propone così i contenuti giusti alle persone giuste in base a determinati algoritmi, funzionanti in base ad una tecnica di estrema precisione. Ogni dato pubblico può influenza la vita social di chi lo diffonde. Per evitare di rendere pubblici troppi segreti e mantenere intatta la propria privacy, ogni utente dovrebbe stare attento a ciò che condivide e apprezza, 24 ore su 24. In pratica, limitare ai minimi termini la presenza sui social e fare in modo che questi ultimi non traccino tutte le attività svolte.

 

È proprio in questo ambito che entra in soccorso degli utenti Data Selfie.

Il suo sito Internet è molto semplice ed intuitivo e ne consente un rapido download per tutti i PC con browser Chrome, anche se gli sviluppatori stanno progettando una nuova versione per Firefox. Nella sezione relativa alle FAQ, ogni utente può consultare le domande più effettuate e ricevere le risposte adatte. Il settore delle News mette in mostra tutti gli aggiornamenti provenienti dall’account di Twitter per il suo utilizzo, mentre Contact consente agli utenti di inviare una qualsiasi richiesta all’indirizzo e-mail dell’estensione, per rendere l’esperienza ancora più semplice ed intuitiva.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *